3 cose che non ti dicono sulla motivazione

Stagione nuova… vita nuova! Proprio così, con l’arrivo di ottobre siamo ufficialmente entrati nel vivo della nuova stagione sportiva, ma questa è per noi una stagione speciale poiché a febbraio 2017 mentesport.net compirà ben 5 anni! Tra le novità, abbiamo deciso di dedicare ogni mese ad un costrutto psicologico caro alla psicologia dello sport. Motivazione, Gestione dello Stress, Concentrazione… insomma approfondiremo questi temi, focalizzandoci di volta in volta su sport differenti.

Perciò, partiamo! Ottobre per noi è… IL MESE DELLA MOTIVAZIONE.

Come poter parlare di motivazione senza perdersi in lunghe e noioso definizioni e teorie? (utilissime, certo, ma forse non la cosa più interessante da leggere adesso). Vediamo, si potrebbe… trovato! Ecco:

3 COSE CHE NON TI DICONO SULLA MOTIVAZIONE:

  1. La motivazione è una costante! Siamo, cioè, motivati costantemente. Siamo motivati quando ci alziamo dal letto e quando cuciniamo, quando andiamo a lavoro o a scuola e quando andiamo a dormire. Se una cosa la facciamo, vuol dire che abbiamo un valido motivo per farla (che ci piaccia o meno, è un altro paio di maniche!). Perciò, prima di dire “quel ragazzo non è motivato”, proviamo ad affrontare la situazione in maniera differente: se viene agli allenamenti, se si presenta alle gare/partite, una motivazione c’è. Bisogna poi scoprire quale sia, come alimentarla, come modificarla… ma c’è!
  2. Non esistono tecniche di motivazione! Questa affermazione è, ovviamente, una provocazione. Ma perché diciamo così? Naturalmente ci sono tecniche di comunicazione decisamente interessanti ma non possiamo illuderci di essere motivatori efficaci grazie all’apprendimento di qualche tecnica.
  3. La parola chiave è: consapevolezza. È vero, lo ripetiamo sempre, ma ancora una volta ci troviamo a dover affermare come la vera differenza la faccia la consapevolezza di sé e degli altri. Come motivo efficacemente? Conoscendo bene come sono fatto io, come reagisco di fronte agli eventi e come sono fatte le persone che ho davanti. Solo dopo aver raggiunto una buona consapevolezza di tutto ciò posso essere in grado di applicare delle tecniche efficaci di comunicazione e motivare con successo il mio gruppo!

Oggi ci fermiamo qui, sperando di avervi motivati ad approfondire questa tematica! Settimana prossima cercheremo di approfondirla nel calcio e, nel frattempo, vi ricordiamo che in questo mese inizierà la terza edizione del corso “Comunicare, Motivando” a Milano ed a Lecco. Per maggiori informazioni, vi invitiamo a cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *