Questo articolo nasce dalle parole di un calciatore dell’ F.C. Internazionale, Jonathan (intervista tratta da Fc Inter News): “Zanetti è sempre stato un ragazzo molto trasparente ed una brava persona. Ho sempre parlato molto con lui, una volta mi vide triste e depresso e mi parlò di alzare la testa perché sarebbe giunto il mio momento, perché è il calcio che è fatto cosi. Poco tempo fa è venuto da

L’orienteering è una disciplina sportiva e consiste in una sorta di “caccia al tesoro”: il concorrente, munito di bussola e carta topografica, deve transitare per una serie di punti di controllo, chiamati “lanterne”, seguendo il percorso che ritiene essere il migliore. Vince la gara colui che impiega il minor tempo a svolgere l’intero percorso. L’orienteering viene anche chiamato lo sport dei boschi perchè esso si pratica soprattutto nei boschi, a

L’articolo di questa settimana prende spunto da una pubblicità. Ogni tanto, come in questo caso, possiamo trovare pubblicità che veicolano messaggi positivi e una di queste è proprio la nuova pubblicità dei Ringo. Già la scelta del testimonial è un forte indicatore dei valori che la pubblicità intende trasmettere: El Shaarawy, come Kakà (ex testimonial Ringo) è un giocatore indubbiamente talentuoso, giovane, apparentemente educato e sempre disponibile a sacrificarsi per

Prima delle vacanze estive abbiamo avuto l’occasione di fare qualche domanda a Valentina Vezzali, grandissima sportiva che non ha bisogno di presentazioni (‘semplicemente’ l’atleta italiana più vincente della storia). Della sua straordinaria carriera ci hanno colpito alcuni aspetti che, chi si occupa di psicologia dello sport, non può che apprezzare. Di seguito, vi riportiamo l’intervista:  D: Colpisce chiaramente in positivo il fatto di essere sempre stata ai vertici

Quanti casi conosciamo di atleti anche molto bravi e talentuosi con una forte personalità, spesso portata al limite? Quanti se ne vedono in televisione tutti i giorni? (pensiamo ad esempio ad Ibrahimovic o a Balotelli, solo per citare i più famosi). In articoli precedenti abbiamo già accennato al concetto di stress, a cosa sia ed al fatto che possa avere effetti positivi e negativi, ma  il punto centrale è come

Eccoci tornati a tempo pieno! Vogliamo cominciare la nuova stagione con una domanda: perché correre? Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post sulla nostra pagina Facebook riguardante le occasioni che la città di Milano offre agli amanti della corsa. Perché chi si occupa di psicologia dello sport propone di correre? Perché correre, sembra scontato, fa bene a tutta la persona, nella sua integrità! Sappiamo benissimo che correre sia positivo per

È giunto il momento di augurarvi buone vacanze, ma prima di prenderci questa pausa vogliamo salutarvi parlando dello sport durante l’estate!…Brevemente, alcuni aspetti da tenere bene in mente: – GIOCARE: Vale tanto per gli adulti quanto per i bambini! Senza dimenticare che non c’è niente di più serio del gioco, sfruttiamo questo periodo per divertirci…il che significa impegno e passione senza preoccupazioni esterne (pubblico, propri obiettivi, aspettative, etc.!) – RISCOPRIRSI:

Vi è mai capitato di essere talmente immersi in una qualsiasi attività (correre, leggere un libro, ascoltare della musica) da non rendervi più conto di tutto ciò che vi sta attorno? Probabilmente si, perché è ipotizzabile che ad ognuno di noi sia accaduto almeno una volta nella vita! Oggi allora parliamo dell’esperienza di flow! Cosa significa? In America si è soliti dire ”to be in the zone”, oppure “in the

Oggi vogliamo proporvi un articolo scritto dalla Dottoressa G. Bonizzoni, insieme ad alcune colleghe. Vigoressia, un termine ai più sconosciuto, ma che ricorda un altro tipo di “disturbo”, assai noto, l’anoressia. In effetti, entrambi hanno a che fare con la percezione legata al proprio corpo e con ideali di perfezione, a cui spesso l’individuo  tende. Il mio, e delle mie compagne di studi, interesse sulla tematica nasce da un corso

Come funziona la nostra testa? Domanda tanto affascinante quanto complessa ma, almeno rispetto ad alcuni meccanismi, siamo in grado di rispondere. Nello specifico, il meccanismo di cui vogliamo parlare oggi riguarda il legame tra i pensieri e le azioni. Spesso, durante i colloqui, ci sentiamo dire che determinati gesti, azioni o movimenti non si riescono a concludere come si vorrebbe, senza capirne il perché. Durante uno di questi colloqui, un

X
  • Entra nel mondo Mentesport!

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su eventi, corsi ed articoli interessanti
    Email