Canyoning: un’attività da Sensation Seeker

Canyoning (visitscotland.com)
Canyoning (visitscotland.com)

Negli ultimi anni, sempre più spesso, lo sguardo degli sportivi si sta spostando su sport che prima non erano molto conosciuti e praticati. I quali, spesso, non avevano nemmeno un nome, erano solo attività.
Un esempio é il Canyoning, sport che fino a qualche tempo fa era solamente una attività di discesa del letto del fiume (esplorazione), ma avendo preso piede nel mondo degli sportivi si é guadagnato un nome tutto suo.
Gli sport, per così dire, normali hanno sempre più spesso concorrenti. Oggi va molto l’andare in palestra e appunto la pratica di attività estreme, dalle più conosciute alle più bizzarre. Ma non tutti sono per queste attività. Dobbiamo pensare che comunque richiedono grandi abilità fisiche e mentali, e soprattutto la voglia di mettersi in gioco.

Innanzitutto vediamo cos’ é, poi vediamo poi quali sono i soggetti che, maggiormente, desiderano praticare queste attività.
Il canyoning è un’attività che prevede la discesa, a piedi, in gole e corsi d’acqua. Letteralmente si segue il letto del fiume da monte a valle. Come si può intuire il percorso non é artificiale, ma creato dal fiume nel tempo. Questo lo rende imprevedibile e non sempre alla portata di tutti.
Da quando si comincia il percorso poche volte troveremo la possibilità di uscire, se non alla fine. Certi percorsi offrono alcuni sbocchi durante il percorso, ma se siamo temerari e abbiamo deciso di intraprendere la nostra avventura, sicuramente vorremo finire il percorso.
Lo sport prevede, di solito, dei gruppi dai 4 agli 8 partecipanti.
Il canyoning non è per forza uno sport estremo, nel senso che variando i tipi di percorso varia anche la difficoltà rendendolo più o meno facile. Insomma é alla portata di tutti, dipende sempre dal percorso. Cosa aspettiamo?

Ora che ci siamo fatti un’idea di cosa sia il canyoning vediamo quali sono le persone che sono più propense ad intraprendere queste attività pericolose e adrenaliniche.
Nel senso che esistono delle caratteristiche individuali di certe persone che le rendono più invogliate a queste attività. Persone che sono spesso alla ricerca di attività stimolanti.
Queste persone vengono definite sensation seeker. Letteralmente i ricercatori di sensazioni.
Con questo tratto di personalità sono sempre alla ricerca di emozioni forti, di momenti adrenalinici. Come bungee jumping, parapendio o canyoning. L’importante é avere degli alti livelli di adrenalina. Sono persone che hanno bisogno di stimolazioni nuove, unito alla disponibilità di correre rischi. Queste persone provano piacere a sperimentare il pericolo purché ne abbiano il senso di controllo.
Vi sono quattro tratti che identificano i sensation seeker: 1) la ricerca di avventura 2) la ricerca di nuove esperienze 3) la disinibizione 4) la suscettibilità alla noia.

A queste si unisce il rischio, ovvero un’ azione che comporta la possibilità di una perdita ad essa associata. I sensation seeker rischiano per la possibilità di avere un guadagno, ma questa sensazione è valutata piacevoli solo finché si ha la sensazione di avere il controllo. Un altra componente che li contraddistingue è quella vestibolare, ovvero il piacere sperimentato in particolari stati di movimento.
Ma non bisogna essere per forza dei sensation seeker per praticare canyoning. Come dicevamo prima vi sono percorsi alla portata di tutti. Quindi ancora una volta buttiamoci dentro a nuove esperienze e proviamo tutto quello che possiamo provare, perché come ho già detto altre volte, finché non proviamo non possiamo giudicare. Io comincio ad andare…. Vi aspetto a valle!

Per approfondire sui sensation seeker: “20 secondi di felicità”: la vita dei base jumper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *