Ogni anno migliaia di giovani abbandonano l’attività sportiva, ma difficilmente questo avviene perché è nata in loro una nuova passione alla quale desiderano dedicare tempo. I giovani abbandonano lo sport perché non sono soddisfatti, non riescono a placare quei bisogni che li avevano in principio spinti ad intraprendere una tale attività. Drop-out letteralmente vuol dire cadere fuori, ritirarsi. Da ricerche si evince che circa il 20% dei maschi e il

I disturbi del comportamento alimentare sono complessi, multidimensionali e multi-determinati; e chi lavora con bambini e ragazzi in ambito sportivo (quindi coinvolgendo la relazione con il corpo) ne fa esperienza spesso. La classificazione dei disturbi alimentari secondo il DSM comprende anoressia nervosa, bulimia nervosa e disturbi alimentari non altrimenti specificati. Alcuni studiosi hanno aggiunto negli ultimi anni anche l’anoressia atletica, come forma di disturbo che si discosta dalle tre classiche

Sono Alessia e ho 16 anni, il nuoto è la mia vita ma ultimamente ho difficoltà ad affrontare alcune gare, specialmente i 400 e gli 800 stile libero. Quando inizio il secondo 200 mi blocco, mi manca l'aria e sono agitatissima. Penso di non farcela ad arrivare fino alla fine e quindi rallento peggiorando i miei tempi al posto di migliorarli. Cosa posso fare?

“Va bene, adesso fai te, tanto tra qualche anno dovrai corrermi dietro per il suo contratto”. 2013: Mino Raiola ad Adriano Galliani, in occasione del passaggio di Donnarumma al Milan.   Predestinato. Nel vocabolario italiano la definizione di questo termine è: “destinato a qualcosa”, o, ancora meglio, “chi è destinato a un fine particolare, importante”. Nel variopinto mondo del calcio la parola “predestinato” è stata accostata spesso a giovani grandi

X
  • Entra nel mondo Mentesport!

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su eventi, corsi ed articoli interessanti
    Email