Innanzitutto, cos’è lo slacklining? Disciplina ancora poco conosciuta in Italia, è un’attività nata negli Stati Uniti trenta anni fa e consiste nello stare in equilibrio su una fettuccia di nylon sospesa nel vuoto, ancorata a due punti di appoggio. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzati due alberi. Questa striscia di tessuto, di larghezza compresa tra 2,5cm e 5cm, offre una buona superficie d’appoggio ai piedi. Camminarvi sopra non è

L’allenatore ricopre un ruolo affascinante quanto complesso, dove le abilità comunicative e relazionali assumono un’importanza decisamente elevata. Cosa significa ciò? Significa che saper comunicare, per un allenatore, è molto importante. Non basta essere capaci tecnicamente nella disciplina allenata, bisogna anche sapersi mettere in relazione. Quanti esempi abbiamo di grandi atleti che non hanno saputo poi confermarsi ad alti livelli anche da allenatori? A qualsiasi livello, dall’amatore al professionista, la capacità

      L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute come una condizione di benessere fisico, psicologico e sociale. La qualità di vita dipende quindi  da differenti fattori e dalla valutazione soggettiva che una persona fa della sua esperienza esistenziale. Health is a state of complete physical, mental and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity  WHO definition Quest’idea di benessere ci porta a considerare la condizione

Giovani demotivati o un sistema educativo ormai inefficace? Tante volte, quando mi capita di parlare con degli allenatori, sento dire che questa generazione è “svogliata”. Si parla spesso di ragazzi senza motivazione, che ci guardano aspettandosi sempre qualcosa e quasi mai prendendo iniziativa. “Io non mi sarei mai permesso“, “non reagisce“, “sembra che sia qui a caso“. Ecco, ci siamo mai chiesti “perché”? Ad esempio: perché è qui? Perché è

La motivazione nello sport è uno dei temi principali, infatti senza di essa non ci sarebbero atleti che lo praticano e che faticano ogni giorno per migliorare. Questo tema è molto sentito dagli allenatori che spesso ci chiedono come fare per motivare un atleta o una squadra. Partendo dal presupposto che la motivazione è qualcosa di molto personale e ogni atleta ne ha una o anche più di una. Ci

Molto spesso si archiviano le prestazione senza farne una buona analisi. Ogni prestazione, buona o scarsa che sia, può sempre insegnare qualcosa. Ecco perché fare una buona analisi post gara è fondamentale per il percorso di miglioramento. Ecco alcuni spunti per condurla al meglio. Usa il rombo della prestazione Disegna un rombo e ai vertici scrivi le quattro macro-abilità che entrano in gioco in una prestazione: componente tecnica, fisica, tattica

Sbagliare e commettere errori fa parte del normale processo di apprendimento del percorso sportivo di un atleta,  anche di alto livello. Anzi l’errore è un concetto chiave, che dovrebbe essere insegnato fin dal primo giorno a chi comincia uno sport. Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di novemila tiri. Ho

A scuola si fa ancora troppa poca attività fisica e motoria, ma spiragli di cambiamento ci sono. “A sei anni entro a scuola e mi siedo su un banco…per ore…ma fermo non ci so stare perché sono attivo, perché, come dice Daniele Silvestri nella canzone portata a Sanremo 2019, sono “argentovivo” e quell’ aula mi sembra “una cella”.  Su quel banco fermo e in quelle aule ci devo stare per

Molto spesso nel mondo dello sport si sente parlare di talento e di doti innate, ma che cos’ è nello specifico il talento nello sport? Che cosa significa? Definirlo è sicuramente un compito arduo e complesso, ma proviamoci! Possiamo considerare il talento come un’abilità dai tratti eccezionali ed unici che connota un individuo. Nel mondo sportivo tendenzialmente la parola talento viene attribuita al settore giovanile, tanto che il “bambino talentuoso”

Ogni inizio dell’anno porta con sé una lista di buoni propositi. “Da domani mi metto a dieta…”; “Da lunedì inizio palestra”; “Quest’anno voglio iniziare quel corso…”. Come mai, nella maggior parte dei casi, queste dichiarazioni d’intenti rimangono tali e non si trasformano in azioni concrete? La spinta del senso di colpa Si è appena concluso il periodo delle feste, delle vacanze e dell’allontanamento dalla solita routine. Cene, feste, dolci e

X
  • Entra nel mondo Mentesport!

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su eventi, corsi ed articoli interessanti
    Email