Lo sport è parte integrante della nostra vita. Ci sono persone che lo praticano e invece altre che lo guardano ma quasi nessuno ne è estraneo. Ma perché lo sport piace così tanto? Forse perché il movimento è parte imprescindibile della nostra esistenza? Se si guardano i bambini nei loro primi mesi di vita si può notare come il movimento sia la componente principale delle loro attività. Si parte dalle

Nello sport, come nella vita, la motivazione è una delle chiavi fondamentali per poter raggiungere i traguardi desiderati. Ma come si fa a motivare i propri atleti? Non è affatto facile, anche perché ognuno è fatto a modo suo. Ogni atleta, ogni giocatore o giocatrice, ha una personalità differente, un diverso passato ed emozioni diverse. Ogni persona è unica e la sua unicità determina le modalità motivazionali. I principali errori

Meglio considerare le attività di team building un ritorno di investimento o una perdita di denaro per l’azienda? Una questione dibattuta, che vede manager e dirigenti spesso divisi su due posizioni contrapposte: coloro che sostengono che il team building sia utile e sia un investimento necessario per la crescita aziendale oppure coloro che vedono queste attività come uno spreco di soldi. Approfondiamo questo argomento! Il problema di “staccare per un

Comunicare efficacemente, per un allenatore di calcio, è una delle cose più importanti. In allenamento o in partita, lo stile comunicativo dell’allenatore può fare la differenza. Come relazionarsi al meglio con la propria squadra? Come motivarli? In realtà non esistono risposte facili e preconfezionate, ma possiamo cominciare a portare l’attenzione su quattro aspetti: DICO SEMPRE COSA VOGLIO Uno degli errori più comuni è impostare la comunicazione su ciò che non

Team building è una parola sempre più presente dentro e fuori l’azienda. Di cosa si tratta? Serve davvero? Quanto è importante lavorare in team? La parola team building significa letteralmente “costruzione del team” e richiama a tutte quelle attività finalizzate a potenziare la capacità di lavorare in squadra. Possono essere attività formative, esperienziali, ludico-sportive progettate in occasione di incentive day, percorsi o giornate formative. Lo scopo di tutte queste attività

Un atleta si allena ogni giorno, anche più ore al giorno per mesi ma poi capita, a volte, di arrivare alla competizione e sbagliare non riuscendo a esprimere se stesso e tutto il lavoro che ha fatto! Potrebbe sembrare un’ingiustizia o si potrebbe pensare che ha sprecato il suo tempo ma in realtà è proprio questo il bello dell’essere umano e delle competizioni. Semplificando molto la spiegazione nel nostro cervello c’è

Nel calcio, recuperare la concentrazione è una delle abilità mentali più importanti, soprattutto se di ruolo fai il portiere. L’errore dell’estremo difensore, infatti, è sotto gli occhi di tutti ed ha un incidenza sul risultato maggiore rispetto a tutti gli altri ruoli, o così spesso si crede. In realtà, ogni errore di ogni giocatore ha il proprio peso ma, nel caso del portiere, le conseguenze negative sono immediate da cogliere.

Motivazione in tre concetti! Il termine motivazione è spesso stra-usato, più che abusato, senza una chiara idea di cosa sia e cosa ci stia dietro a questa parola. Ecco tre punti per scoprirlo: Ogni nostra azione è motivata. Alzarsi dal letto al mattino, aprire il frigorifero per bere dell’acqua sono azioni che hanno sempre una motivazione alle spalle, che sia andare al lavoro o la semplice sete. Stiamo attenti ad

L’allenatore è un lavoro bellissimo ma molto complicato. Se ci pensate l’allenatore ha il compito di appassionare i bambini allo sport e di trasmettere i valori fondanti della disciplina sportiva in questione. Prima di tutto un allenatore è un educatore. L’obiettivo che dovrebbe avere ogni allenatore è quello di far crescere degli atleti pensanti che un giorno diventeranno adulti in grado di prendere delle decisioni e assumersi le proprie responsabilità.

Abbiamo già parlato della resilienza delle nostre azzurre durante le Olimpiadi 2018, ma quanto fatto da Michela Moioli durante quest’ultima Coppa del Mondo ha dell’incredibile. Ricapitoliamo: l’atleta italiana arriva seconda nella gara di Mosca, piazzamento sufficiente per guadagnarsi con anticipo la Coppa del Mondo, ma la squadra Francese presenta ricorso per un funzionamento non corretto del cancelletto e la gara è da ripetere. Proviamo a metterci nella testa di Michela

X
  • Entra nel mondo Mentesport!

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su eventi, corsi ed articoli interessanti
    Email