Che sia Chand la chiave di volta?

L’ennesimo caso o la chiave di volta? Utilizzando un gergo un po’ comune diciamo: “Speriamo in bene”, ma non sarà facile.

Stiamo parlando del caso di Dutee Chand, bandita la scorsa estate dalle gare femminili, a causa del suo iperandrogenismo, problema di cui soffre la ragazza.

Ma in cosa consiste? il corpo delle donne, in casi come questo, produce naturalmente alti livelli di testosterone, tali da farle rientrare nella categoria uomini, secondo i parametri dell’atletica internazionale.

E sono forse questi da dover rivedere, in relazione ad altri numerosi casi come quelli di Chand, campionessa coraggiosa che sta lottando per poter tornare a competere senza dover modificare se stessa e il suo corpo.

L’unico modo ad oggi, per poter tornare a gareggiare sarebbe quello di assumere farmaci o sottoporsi ad un delicato intervento chirurgico al fine di abbassare i livelli di testosterone. Ma Chad non ci sta; vuole continuare a fare sport con il proprio corpo, senza doversi modificare, come invece altri hanno accettato di fare pur di tornare alle gare.

E forse sarà lei grazie alla sua tenacia e alla sua passione che la situazione cambierà, gli sport olimpici distinguono i generi in base ai livelli di testosterone, ma non tengono conto di donne come Chand. E’ necessario stabilire delle norme per casi come quello appena trattato, data l’alta percentuale di donne che presentano iperandrogenismo.

Purtroppo a oggi Chand è stata esclusa dalle Olimpiadi, ma la sua speranza e quella di molte altre atlete è che si prendano in considerazione i diversi casi emersi, e che le ragazze che presentano questo problema possano continuare a gareggiare senza dover mai cambiare se stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *