Ciao, io domani vado in ferie!

E se le vacanze non finissero mai? Se potessimo disporre a nostra discrezione di tutti i giorni di ferie che vogliamo? Non è solo un bel sogno per i dipendenti del colosso Virgin, ma realtà.

Da poco l’imprenditore britannico Richard Branson, magnate dell’azienda ha annunciato questa nuova politica, a dir poco innovativa, che prevede completa libertà nella scelta dei giorni in cui assentarsi dal posto di lavoro e sulla durata delle ferie, senza dover rendere conto a nessuno.

Ovviamente il tutto a condizione che ci sia la totale consapevolezza nella scelta di non creare un danno all’azienda assentandosi in determinato momento e di non mettere a repentaglio la propria carriera.

Una nuova politica aziendale che prevede libertà, ma che di fatto responsabilizza non poco i dipendente, che sebbene padroni del proprio tempo devono essere in grado di gestirlo in modo accurato, senza che si insinui la paura di risultare inutili e di poter essere licenziati. L’obiettivo è un altro e tale deve essere, concentrarsi sui risultati che ogni dipendente realizza e non su quante ore resta in ufficio. Tanto più che a oggi con la tecnologia sempre più avanza risulta di fatto impossibile monitorare perfettamente l’ammontare preciso delle ore lavorative, visto che i dipendenti hanno modo di lavorare perfettamente anche da casa, in ogni momento della giornata.

Un nuovo modo di intendere il lavoro, che dovrà ancora essere sperimentato e concretizzato proponendolo su diversi progetti e monitorandone il corretto funzionamento, come sottolinea Branson non potrà ovviamente essere applicato in ogni ambito lavorativo, ma è sicuramente l’inizio di una rivoluzione.

Non poteva che essere un magnate come Branson, originale e creativo a mettere in atto una rivoluzione come questa nel mondo del lavoro, lui che da sempre veste il ruolo di leader nella sua azienda, tanto da creare una vera e propria “Virgin way”.

Lui stesso ama definirsi così un leader e non un manager, questi ultimi seguono le regole, i leader invece le rompono, proprio come fa lui nella sua azienda e nel suo lavoro quotidiano.

Carisma, creatività e tanta passione sono le chiavi di un vero leader, in grado di convincere gli altri e fare in modo che tutti lo seguano in territori ancora non esplorati, pronti a mettersi in gioco e a provare nuove esperienze.

Ma non basta, le caratteristiche per avere successo e diventare imprenditori sono tante, sono un mix in cui ogni elemento serve perchè la reazione chimica funzioni, non può infatti mancare la collaborazione, la capacità di relazionarsi con gli al

tri e di lavorare in squadra perseguendo gli stessi obiettivi.

Manager e leader devono lavorare a stretto contatto, proprio come avviene nella Virgin e sono queste due figure a creare, costruire e tenere salda una grande azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *