Correre fa bene alla mente

Correre

Dai test condotti sui topi dai ricercatori italiani dell’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ricerche è emerso che “Correre aiuta a migliorare il cervello”.

È noto da tempo che l’esercizio fisico porta benefici anche al cervello, grazie alla ricerca, ora, è possibile affermare anche che correre può stimolare la produzione di nuove cellule staminali, rallentando l’invecchiamento e favorendo alcune capacità come la memoria.

Il coordinatore della ricerca, Stefano Farioli Vecchioli dichiara che: “Questa ricerca ha scardinato un dogma della neurobiologia. La scoperta pone le basi per ulteriori ricerche mirate ad aumentare la proliferazione della staminale adulte”.

Insomma, è la prova che lo sport fa bene non solo al fisico, ma anche alla mente: mens sana in corpore sano.

Praticare uno sport aiuta ad allentare le tensioni e le ansie quotidiane, ci aiuta a stare meglio, a sentirci attivi e in forma.

I ragazzi che si avvicinano a uno sport imparano l’impegno e la passione stando insieme divertendosi.

E se tutto questo non bastasse, grazie anche a questa ricerca, ora sappiamo che fa bene anche alla nostra mente, non solo al nostro corpo. Correre ci aiuta a non invecchiare e a tenere attiva la memoria.

Lo sport, insomma, ci aiuta a 360 gradi nella nostra vita, per questo è fondamentale che i ragazzi si avvicinino a un’attività sportiva fin da piccoli, per imparare a farla diventare una parte imprescindibile della loro vita, proprio perché fa bene sotto ogni punto di vita, fisico, mentale e sociale.

 

 Gaia Golfieri per Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *