Cura dei dettagli e spirito di squadra: i segreti di Antonio Conte

No, non sono più segreti, ma dati di fatto lampanti davanti agli occhi di tutti. Facile salire oggi sul carro dei vincitori, dopo aver battuto i campioni uscenti, la Spagna imbattibile dei vari Iniesta, Morata, Pique. Facile sottolineare quanto sia bello vincere così, ma noi stasera vogliamo riflettere su cosa abbia portato questa vittoria, e crediamo siano principalmente due le cause: la cura dei dettagli e lo spirito di squadra.

CURA DEI DETTAGLI

Ogni fase di gioco, ogni azione, ogni minuto è studiato in maniera quasi maniacale. Dal gol di Chiellini, nato da movimenti provati e riprovati, alla marcatura a uomo di Giaccherini su Pique, questa Italia non lascia nulla al caso. Ma non solo! Presenza fisica e costante del CT che non ha mai smesso di incitare e comandare i propri uomini durante la partita! In una competizione come questa, i dettagli fanno la differenza e la Nazionale Italiana non è seconda a nessuno in quanto preparazione e studio meticoloso.

SPIRITO DI SQUADRA

Che gruppo! Dal primo gol al Belgio al secondo contro gli spagnoli, la panchina è sempre esplosa, spesso invadendo il campo. In ogni intervista, solitamente banali e noiose, i giocatori non hanno mai smesso di sottolineare l’importanza del gruppo e di come conti solo quello! Staff, giocatori, commissario tecnico sono un’unica realtà orientata a dare più del 100%.

E POI?

E poi giocatori d’esperienza come Buffon, allenatori in campo, persone che si fidano l’un l’altro come il blocco difensivo, fondamentali per trasmettere sicurezza a tutta la squadra.

Questo non vuole essere un elogio alla vittoria e le cose non cambieranno se l’Italia dovesse perdere ai quarti di finale. Questo vuole essere un elogio all’organizzazione, alla preparazione analitica, alla professionalità, alla componente mentale, al cuore di un gruppo che ha saputo mettere in pratica il pensiero di Antonio Conte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *