Davide Cattaneo per #RicordidiSport

Il mio primo anno a Benevento mi ha regalato la più bella emozione sportiva della mia vita.

Dopo aver battuto nei preliminari della Coppa Italia di serie A una squadra come il Treviso, che militava in serie B, il 23 agosto 2008 sono sceso in campo con i miei compagni allo stadio Olimpico di Roma contro la Lazio.

Preparare quella partita durante la settimana è stato semplice e gioioso perché non vedevo l’ora di giocare contro una squadra importante come la Lazio proprio nel suo stadio. La felicità di potersi cambiare al posto di giocatori molto forti ed affermati e di poter calcare un campo importante anche a livello internazionale come l’Olimpico davanti ad un grande pubblico, è un’emozione che porto ancora dentro me.

Siamo arrivati con il pullman un’ora e mezza prima della partita e già da fuori le vetrate che contraddistinguono lo stadio da tanti altri creavano eccitazione e adrenalina, successivamente siamo entrati nel parcheggio, ci siamo incamminati verso gli spogliatoi e tutto era così grande e maestoso rispetto agli stadi in cui ero abituato a giocare in Serie C che non potevo non osservare con attenzione tutto quello che mi circondava.

Gli spogliatoi, grandi, spaziosi, con posti personali su poltrone e non panchine lunghe da dividere sono stati per me una sorpresa e mi hanno fatto sentire per una notte “giocatore vero”.

L’ingresso in campo per il riscaldamento probabilmente è stato il momento più emozionante perché l’Olimpico è davvero grande, gli spalti sono avvolgenti, anche se la pista di atletica li divide dal terreno di gioco, il pubblico era già numeroso e si respirava un’aria estiva che per me era ricca e piena di carica emotiva.

Dopo poco sono usciti i giocatori della Lazio, ci siamo salutati l’adrenalina si è trasformata in concentrazione e voglia di dare il massimo. La partita è iniziata e abbiamo dato tutto quello che era nelle nostre possibilità tenendo testa ad una squadra molto forte per buona parte della gara che però come era giusto e prevedibile abbiamo perso con un risultato netto a loro favore.

Questa è stata la sconfitta che meno mi è pesata in carriera e che più mi ha regalato grandissime emozioni, anche perché ce l’abbiamo messa tutta e più di quello che abbiamo sudato e messo sul campo non potevamo fare.

Condividi con noi il ricordo sportivo che più ti ha emozionato.. PARTECIPA!

Compila il modulo sottostante oppure invia un’email all’indirizzo: contest@mentesport.net

L’invio della foto/video autorizza l’utilizzo dello stesso.

**Informativa sulla Privacy

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs 196/2003, i dati personali che la riguardano saranno trattati per lo svolgimento delle attività autorizzate sopra descritte e potranno essere comunicati a terzi (altre società o professionisti del settore quali, ad esempio, designer o tipografie) sempre al fine del perseguimento delle finalità indicate.

In relazione ai dati conferiti Lei potrà esercitare i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/2003: conferma dell’esistenza dei dati, origine, finalità, aggiornamento, cancellazione, diritto di opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *