Federica Pellegrini: vado al massimo, vado a gonfie vele…

Federica Pellegrini (repubblica ,it)
Federica Pellegrini  (repubblica ,it)

Manca davvero poco all’evento sportivo più atteso, una manciata di giorni e si apriranno i mondiali di Kazan, spettatori e atleti di preparano con grande frenesia aspettando ilo 24 luglio e tra questi non può non spiccare l’italianissima Federica Pellegrini.

Un inverno fatto di tante preoccupazioni per la sua salute, per le due ernie scoperte e curate fortunatamente senza un’operazione, che si spera siano ora solo un brutto ricordo per Federica, superato con successo.

Oggi si pensa solo ad allenarsi, tutti i giorni con grande passione e tanta voglia di fare bene a questi mondiali, con la tacita promessa a tutti i suoi fan di tornare ad essere la Federica dei record che tutti amano e stimano.

Lei stessa in una recente intervista, si dice tranquilla e pronta ad affrontare con determinazione e caparbietà  questa nuova sfida, grazie anche alla guida del suo nuovo allenatore Matteo Giunta, che sembra aver trovato per Federica la giusta ricetta e i risultati si vedono davvero. E’ il settimo mondiale per Federica, finita questa avventura arriveranno i mondiali di Rio, che dovrebbero essere l’ultima tappa per Federica, che ha spesso dichiarato di volersi poi ritirare, ma tutti sperano che cambi idea e forse un po’ lo spera anche lei.

Difficilmente si riesce ad abbandonare quella che per Federica è stata fin da piccola la sua grande passione, non a caso, se dovesse davvero decidere di appendere le pinne al chiodo, la strada che potrebbe intraprendere è quella che lo porterà ad essere un’allenatrice, sempre vicino all’acqua e alla piscina insomma.

Ma è lei a dire che ancora è presto per pensare in modo definitivo ad un dopo, oggi quel che conta è fare bene ai mondiali, dimostrare che tutti gli ostacoli sono stati superati brillantemente, grazie ai suoi sforzi quotidiani e poi ovviamente il pensiero non può che andare già al 2016 e a Rio, dove Federica parteciperà alle Olimpiadi per trovare quel riscatto che cerca dopo il 2012 a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *