Firmato il codice etico dello sport

codice etico dello sport
Codice etico dello sport (fiammeoroatletica.it)

Venerdì 2 maggio, presso il teatro De Andrè, è stato presentato e sottoscritto dalle società sportive del Casalgrande il codice etico dello sport.

Alla presenza di Andrea Arnaboldi, Giuliano Razzoli e Fabrizio Azzolini, lo psicologo dello sport Francesco Zappettini ha illustrato il percorso che è stato messo in atto in questi anni, un percorso unico e decisamente particolare.

Vari temi sono stati affrontati dallo psicologo: le aspettative e i sogni dei ragazzi, le cause dell’abbandono precoce dell’attività sportiva, la gestione della sconfitta, il ruolo genitoriale, tutti temi importanti che fanno parte della vita di uno sportivo e che devono essere affrontati con cura e professionalità, al fine di rendere l’attività sportiva sempre positiva e formativa.

Il lavoro svolto in questi anni ha portato ad ottimi risultati e lo psicologo sportivo è diventato una figura fondamentale nella vita e nella carriera di un atleta. 

Per l’assessore allo sport Marco Cassinadri: “Il ruolo dell’allenatore, del dirigente sportivo o anche del semplice accompagnatore si connota sempre di più come un servizio fornito alla comunità, che necessita di basi su cui lavorare e crescere”.

Il contributo dello psicologo sportivo aiuta a lavorare bene sugli atleti, non solo a livello fisico, ma anche a livello mentale e aiuta anche a migliorare tutti coloro che ruotano in qualche modo intorno al mondo dello sport: “E’ fondamentale lavorare su autovalutazione…puntare sull’educazione dei ragazzi, curare la comunicazione verbale e non…”.

Insomma, lavorare nello sport non significa solo allenare i ragazzi, ma anche seguirli dal punto di vista educativo e formativo, aiutandoli a crescere sia nel mondo dello sport che nella vita.

 Gaia Golfieri per Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *