Fotografia e Sport: perchè fotografiamo?

Quest’anno il contest Ment&Sport ha come protagonista la fotografia! Come mai abbiamo scelto proprio questo linguaggio? Cosa rappresenta la fotografia per l’essere umano?

 La fotografia, così come la pittura e i video, è una forma di comunicazione visiva in cui il messaggio che si vuole trasmettere viene veicolato attraverso un’immagine. Rifacendosi alla semiotica, ovvero la scienza che studia la vita dei segni e simboli nel quadro della vita sociale (Anolli, 2006), l’immagine fotografica può essere intesa come un segno che veicola un significato (l’idea che io ho dello sport) attraverso un referente, ovvero quella  specifica foto scattata il giorno x nel posto y. La foto è perciò uno strumento carico di significati assolutamente personali, attraverso cui trasmettere le proprie emozioni, il proprio mondo interiore ed il proprio sistema valoriale.

Poichè, come sostiene la semiotica, tra referente e significato vi è un rapporto arbitrario e “personalmente costruito” può accadere che una foto evoca nell’osservatore emozioni e significati che possono coincidere o meno con l’intenzionalità del fotografo. Inoltre una stessa immagine può essere percepita in modo diverso dalle persone e ognuna di queste può attribuirvi un significato altrettanto differente. Questa è la bellezza del linguaggio fotografico e questo è quello che il contest vi invita a fare: AGIRE, attraverso lo scatto e la condivisione di una fotografia a cui voi attribuite un certo significato e SCOPRIRE cosa le altre persone pensano dello sport attraverso le immagini fotografiche da loro scelte. In questo modo la fotografia diventa un linguaggio che permette di comunicare e relazionarsi con l’altro, nella cornice condivisa della passione per lo sport!

Ma quali sono i significati psicologici legati alla fotografia?

1- Conservare i ricordi: la foto sostiene la nostra memoria catturando momenti del passato facendoli rivivere nel presente e conservandoli per il futuro. La fotografia permette quindi di realizzare ritorni profondi  e emotivamente intensi nei ricordi personali. Si pensi alle emozioni che si provano quando si sfoglia l’albuum di famiglia o l’album di nozze dei propri genitori.

2- Aumentare la consapevolezza di sé: la fotografia aiuta ad entrare maggiormente in contatto con se stessi, con la propria identità fisica e con il proprio mondo emozionale aiutandoci a capire meglio chi siamo. Proprio per questo potere conoscitivo ed esplorativo la fotografia è diventata persino uno ausilio coadiuvante la psicoterapia per facilitare l’esplorazione di sé (si parla di “Fototerapia”). 

3- Valore catartico: la fotografia, sia per chi la scatta che per chi la fruisce, ha un valore espressivo-liberatorio che promuove l’espressione e la rielaborazione delle proprie emozioni.

4- Esternare, condividere e comunicare, attraverso il linguaggio fotografico, il proprio mondo interiore (emozioni, significati, valori,…) ma anche tutto ciò che attiene alla realtà esterna (eventi, fatti di cronaca, oggetti,…)

5- Esprimere se stessi: nella società attuale sempre più fondata sulla dimensione dell’edonismo personale, dell’individualismo e dell’affermazione di sé, la fotografia, e in particolare i “famosi” selfie, stanno assumendo rilevanza sempre maggiore, poiché aiutano la persona a definire la propria individualità e il proprio “io esisto” all’interno di una società sempre più strutturata attorno a legami liquidi e deboli, come li definisce il noto sociologo Bauman.

Come abbiamo potuto constatare la fotografia è un linguaggio complesso e affascinante che racchiude una molteplicità di significati. 

Non ci resta perciò che invitarvi a condividere i vostri significati sportivi inviandoci la vostra foto al seguente link!

Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *