Guido Conforti per #Raccontailtuosport

http://www.youtube.com/watch?v=aMyJtWN590g

#Raccontailtuosport

Guido Conforti, Campione Europeo 2012 Enduro classe 125 Under 20, e il significato di fare sport: qualcosa di unico, uno stile di vita…qualcosa di talmente profondo che può spingerti ad andare oltre alla rivalità in gara, compiendo un gesto come quello raccontato nelle prossime righe!

“Forse è meglio cominciare così: per me fare sport è qualcosa di unico. Lo sport è sempre stato presente nella mia vita, prima che cominciassi a praticare enduro vedevo i miei fratelli che già correvano e quindi, indirettamente, l’ho sempre vissuto molto da vicino. Lo sport è qualcosa che tutti i ragazzi dovrebbero fare perché, sempre secondo il mio punto di vista, oltre ad occupare del tempo ti dà un certo rigore, ti impone delle regole che si possono ritrovare anche nella vita quotidiana. Lo sport per me è uno stile di vita, è un qualcosa che fin da piccolo ha caratterizzato la mia vita e di cui posso fare a meno, nonostante tutti i sacrifici economici e umani che richiede.

…Nella mia breve carriera da endurista di episodi ce ne sono stati tanti ma forse quello che più mi rimarrà impresso è avvenuto quest’anno alla sei giorni di enduro in Sardegna. Nel corso di una prova speciale un pilota Italiano, Maurizio Gerini, ha rotto la catena della sua moto. Il  problema consisteva nel fatto che Maurizio si era tolto il marsupio, con gli attrezzi per sistemarla, ad inizio speciale! Io, che partivo dopo, l’ho trovato nel mezzo della speciale che sbraitava con la catena in mano, non in segno di soccorso ma affinché noi italiani che passavamo di lì dicessimo a quelli del suo team cosa gli fosse successo. Nonostante Maurizio fosse un avversario in gara, la prima cosa da fare che mi è saltata in mente è stata di lanciargli il mio marsupio e cosi ho fatto. Io ho portato a termine la gara così come Maurizio che, grazie al mio gesto, ha potuto finire la corsa. Non so cosa mi abbia spinto a farlo, altri al mio posto non ci avrebbero nemmeno pensato. “

Guido Conforti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *