Il giovane fenomeno cubano

Non ancora 15 anni ed è già un fenomeno, una ragazzina con un grande sogno e la possibilità di realizzarlo. Stiamo parlando di Melissa Teresa Vargas Abreu, considerata il nuovo asso del volley cubano.

Il suo allenatore Juan Carlos Gala Rodriguez l’ha messa alla prova durante la competizione contro il Belgio, ottenendo di tutta risposta, una prestazione impeccabile da una ragazzina, che ricordiamocelo, nel nostro paese giocherebbe al massimo nei campionati provinciali.

Con la pallavolo nel sangue, Melissa inizia a giocare a soli 7 anni, nella sua città Cienfuegos, sotto consiglio del suo istruttore di ginnastica, che evidentemente ci ha visto lungo.

Poi la convocazione in nazionale a soli 11 anni, e l’arrivo oltre della felicità, anche della consapevolezza della bravura e delle proprie capacità.

Arrivano anche i mille impegni, il continuo viaggiare e le tensioni, che soprattutto a soli 14 anni non è facile gestire. Serve tanta disciplina e l’aiuto di una guida che accompagni l’atleta nella sua crescita sia privata che professionale.

L’ansia è tanta, soprattutto quando si arriva a giocare ad alti livelli, è fondamentale imparare a gestirla e a non farsi scoraggiare dai momenti negativi, fortunatamente Melissa ha una persona speciale accanto, che la segue e cammina con lei.

Mireya Luis è la colonna di Melissa, la aiuta e la segue in ogni suo passo, dopo aver portato a casa moltissime vittorie, tra cui due mondiali,ora Mireya dirige la scuola superiore dello sport all’Avana.

Il sogno più grande sono ovviamente le Olimpiadi per Melissa, che spera un giorno di partecipare e di vincerle, e sembra essere anche l’obiettivo del suo allenatore che punta tutto su questa giovane squadra.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *