Jack Sintini: “Anche quando vediamo tutto nero, le cose possono cambiare”

Jack Sintini è senza dubbio un atleta, ed un uomo, straordinario. Pluricampione italiano e per anni nel giro della nazionale, il palleggiatore di Trento non ha pero’ mostrato la sua forza solo sul campo da gioco. La sua tenacia lo ha portato a vincere una battaglia ben piu’ importante – quella contro il cancro.

E’ il Giugno del 2011 quando a Sintini viene diagnosticato un tumore al sistema linfatico. Una notizia shock che gli fa crollare il mondo addosso. In quel momento per il pallavolista inizia il periodo più duro della sua vita, fatto di cure estenuanti, cicli di chemioterapia e trapianti al midollo.

Sintini, con il supporto di amici e familiari, non si perde mai d’animo e soli sedici mesi più tardi fa il suo ritorno in campo trascinando il Trentino Volley verso lo scudetto. Un miracolo sportivo che va a premiare il suo spirito guerriero.

La sua dedica in quella giornata speciale non si può certo dimenticare: “Non perdete mai la speranza perché il sole può tornare a splendere”

Dopo essersi messo alle spalle la terribile malattia, Jack Sintini ha cominciato a girare l’Italia per raccontare la sua storia e ricordare a chi attraversa un periodo buio che “anche quando vediamo tutto nero, le cose possono cambiare.”

Lo ha fatto ancora una volta settimana scorsa, quando il palleggiatore ha incontrato 150 studenti provenienti da Reggio Calabria per gli “Stati Generali dello Sport.”

In un clima quasi surreale, Sintini ha ripercorso le tappe fondamentali della sua vita: dagli inizi come riserva nella squadra di calcio della città fino alla sua lotta contro il cancro passando per tutte le grandi vittorie assaporate nel mondo del volley.

Il messaggio finale che ha consegnato ai ragazzi è chiaro e pieno di fiducia: “Non c’è nessuna difficoltà che ci può colpire che non abbiamo possibilità di affrontare. Dentro di noi abbiamo una forza, non diamoci per vinti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *