La chiave del successo di Federer?

20 titoli dello Slam. 20 volte vincitore, non è cosa da tutti. Stiamo parlando di Roger Federer, un alieno del tennis, un mostro di bravura, mix di talento e lavoro. Federer non è più un ragazzino ma continua a vincere e poco conta se gli avversari più temibili fossero fuori dai giochi, qui siamo di fronte ad un Campione. A lasciare il segno, però, sono le sue parole al termine della finale dell’Australian Open. Il campione svizzero infatti pone l’accento sulla propria ed altrui felicità. Tutto questo fa riflettere: essere felici e rendere felici gli altri può essere una delle chiavi per il successo? Ad ascoltare Re Roger, sì. “Continuo a divertirmi, qui in Australia” dice il tennista subito dopo aver vinto, e ancora, parlando di sua moglie, ” le ho chiesto se fosse felice di questa vita e sono felice che sia la mia prima supporter”. Chiude invece parlando dei genitori, affermando  “Vedo che sono incredibilmente orgogliosi e felici che io continui a giocare. A loro piace venire ai tornei, questo mi rende felice e così gioco meglio”.  Felicità, Felicità e ancora Felicità, alternata a Piacere e Divertimento, ma possono le emozioni positive avere questo impatto sui risultati sportivi? Le prime ricerche della psicologia positiva ci dicono di sì. Dalla Broaden and Build Theory all’Undoing Hypothesis, è stato dimostrato come le emozioni positive svolgano funzioni fondamentali per la nostra crescita personale. In particolare, emozioni quali la felicità sono in grado di ampliare il nostro potenziale cognitivo, costruendo nuove risorse per far fronte efficacemente alla realtà. Inoltre, le emozioni positive hanno un ruolo di smorzamento delle emozioni negative future. Ad esempio, nel tennis, subire un punto genera emozioni negative e ciò può causare stress e difficoltà di concentrazione. Nel caso in cui, però, una persona avesse provato emozioni positive prima di subire il punto, quella specifica situazione avrebbe avuto un impatto meno negativo sul match. Ma se non bastassero le ricerche, abbiamo re Roger a dimostrarcelo: le emozioni positive sono il motore del successo. Si tratta di ribaltare il nostro punto di vista, non dobbiamo vincere per essere felici, ma essere felici per vincere.

Siate come Re Roger, siate felici e lavorate per rendere felici gli altri, solo così potrete raggiungere il vostro successo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *