La sconfitta delle campionesse

pennetta
Pennetta-Williams (corrieredellosport.it)

 

Doppia sconfitta al Roland Garros, sia per Flavia Pennetta, battuta in tre set dalla svedese Johanna Larsson, che per Serena Williams, che esce dal campo quasi in lacrime a causa della grande delusione.

Una sconfitta decisamente inaspettata quella della Williams, la numero uno del mondo e la campionessa uscente, battuta dalla giovane tennista Garbine Muguruza, che ha giocato una partita perfetta.

La favorita a questo punto, dopo l’uscita delle Williams, che ha avuto davvero una di quelle giornate no e della Pennetta, è la Sharapova.

Anche per la Pennetta una sconfitta che nessuno si aspettava, soprattutto avendo condotto in vantaggio la prima parte della partita, : “Non ci sono scuse, per come si era messa la partita non dovevo lasciarmela scappare, dice la Pennetta, tatticamente non ho giocato male, ma oggi la mia palla non faceva male, la mia avversaria ha fatto tutto quello che voleva in campo…lo sport è anche questo, giornate negative possono capitare”.

Le sconfitte fanno parte della vita di uno sportivo, così come le giornate e i momenti negativi, per questo è importante essere in grado di affrontare queste situazioni, per non farsi scoraggiare.

Cadere è normale, l’importante è sapersi rialzare.

Bisogna essere in grado di vivere la sconfitta in modo positivo, ciò che non uccide, fortifica. Imparare dai propri errori e saperli riconoscere per fare meglio la prossima volta. La sconfitta deve essere vissuta come una sfida a migliorare, a combattere ancora di più per ottenere i risultati.

Gaia Golfieri per Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *