Per pensare e per comunicare usiamo il linguaggio. Esso è potentissimo perché, quando parliamo non stiamo semplicemente dicendo un susseguirsi di parole ma stiamo anche facendo qualcosa e provocando nell’altra persona delle conseguenze.

Le parole ci servono anche per parlare con noi stessi, per suggerirci come agire e cosa fare in determinate situazioni, per fantasticare su come sarebbero potute andare le cose, per ricercare i perché di ogni situazione.

Con le parole ci definiamo, diciamo chi siamo, cosa facciamo e che caratteristiche abbiamo. Solitamente queste caratteristiche come ad esempio “sono timido” o “sono solare” le diciamo perché sono il frutto della nostra esperienza e dei feedback ricevuti dalle altre persone.

E tutto questo poi finisce per diventare la realtà,. Se una persona pensa di essere timida si comporterà di conseguenza per confermare la sua teoria.

Succede lo stesso anche quando si raccontano dei fatti, prendiamo per esempio il concetto di stress.

Come parlate e pensate lo stress?

E soprattutto per voi lo stress è positivo o negativo? O meglio è funzionale o disfunzionale?

Non siamo sempre coscienti del nostro atteggiamento verso lo stress, ma farlo emergere permette di lavorarci e renderlo più funzionale.

Il vostro atteggiamento verso lo stress funge da filtro, come se si guardasse il mondo da una lente colorata.

Lo stress influisce sulla salute, sulla felicità e sulla produttività, che sia in positivo o in negativo dipende dall’atteggiamento che uno ha.

Lo stress può aiutarvi ad esempio a finire un compito per tempo, oppure può essere la spinta in più per affrontare al meglio le competizioni.

Non è sicuramente facile cambiare il proprio atteggiamento perché è molto radicato in noi, ma è possibile. E il pensare che sia possibile cambiare è il primo passo per il cambiamento vero e proprio.

Ci sono diverse tecniche che possono aiutare le persone a migliorare e tra queste vi è sicuramente il rilassamento, ma fatto con una persona che vi supporta è molto più facile rispetto al decidere di intraprendere un cambiamento da soli.

Per maggiori informazioni sul percorso per migliorare la gestione e l’atteggiamento verso lo stress clicca qui.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *