Lottare per l’opportunità di vivere di Sport

Recentemente abbiamo avuto modo in questo articolo di raccontare le grandi difficoltà in cui versa tutto quello sport milanese che non fa parte del pianeta calcio o Armani per il Basket, ma numerose altre realtà poco note si battono con le unghie e con i denti per poter affermare la loro realtà ed esperienza sportiva, fatta di persone che dello sport ne fanno una ragione di vita e da cui trarre quotidianamente importanti insegnamenti che valicano i confini dello sport, sfociando in vere e proprie lezioni di vita. Per questo anche noi abbiamo voluto condividere la storia di Riccardo trovata recentemente sulla pagina facebook “Gli eroi dello sport”:

“Mi chiamo Riccardo, ho 19 anni, sono di Catania.
Gioco a pallavolo (Misterbianco serie B1) e faccio parte della nazionale di pallavolo Sordi che coinvolge giocatori di tutte le categorie e di ogni età
Abbiamo partecipato agli europei a luglio nel 2015 in Francia, Parigi, la maschile ha conseguito un gran quarto posto ad un passo dal podio e un premio per il miglior libero (Teodoro Fischetto), la femminile invece si è presa il quinto posto più il premio per la miglior schiacciatrice (Alice Tomat). Entrambe le squadre si sono qualificate per le Deaflympics che si terranno in Turchia nel 2017. Purtroppo, per mancanza di fondi, quest’anno non riusciremo ad andare in America per i mondiali a Washington. La nostra federazione è la FSSI e non si occupa solo di pallavolo ma di vari sport, dalla pallavolo al basket, dal nuoto al tennis.
Chi è interessato a conoscerci ci può trovare a Brescia per il campionato italiano in programma il 10-11-12 giugno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *