Muoviamoci, il cambiamento inizia da noi!

Anche questa settimana torniamo a riparlare della giusta importanza che lo sport deve avere nella CRESCITA dei ragazzi, un argomento importante a cui, anche noi, vogliamo dare tutto la voce e lo spazio che merita.

Come abbiamo già sottolineato nell’articolo della scorsa settimana, “Saranno i ragazzi a guidarci!”, lo sport ricopre un ruolo fondamentale non solo nel corretto sviluppo fisico dei ragazzi, ma anche nella loro crescita mentale e soprattutto sociale. Mi permetto di aprire una parentesi personale, che meglio aiuta a comprendere di cosa stiamo parlando da diverso tempo, proprio in questo periodo sto affrontando con una mia studentessa il tema del bullismo, emerge dalle diverse ricerche e nella varie letterature che abbiamo consultato che lo sport aiuta a contrastare comportamenti antisociali come il BULLISMO e il RAZZISMO. Ecco cosa significa dire che lo sport fa crescere i nostri ragazzi a livello sociale e nei rapporti.

Dobbiamo quindi considerarlo correttamente, non come un’attività secondaria, al contrario! E’ su questa strada che dobbiamo muoverci, in prima battuta noi, come famiglie per poi auspicare ad un rinnovo dell’intero sistema. Piccoli passi che possono portare ad un cambiamento più radicale. Parlo ad esempio delle scuole, che dovrebbero essere il primo luogo in cui poter praticare un’attività sportiva, come già succede in altri paesi. La speranza è quella che iniziando noi, nel nostro piccolo, tutti si accorgano che un cambiamento è necessario ed è ormai in atto.

Iniziamo quindi noi, ad accompagnare i nostri figli a fare sport, a spingerli verso un’attività, quella che loro preferiscono, perché come abbiamo già detto non è importante quale si sceglie, devono poter provare tutto quello che attira la loro attenzione. Ciò che conta è appassionarsi a uno sport, e siamo noi a dover essere di esempio, praticando noi per primi uno sport per trasmettere ai nostri figli l’amore e l’impegno.

Sarà un modo per condividere anche del tempo insieme, perché lo sport è anche questo, è un momento di divertimento in cui si imparano il RISPETTO e L’IMPEGNO, si impara a vincere, ma anche a perdere e a rialzarsi più forti di prima.

I bambini non si muovono abbastanza da soli, come spesso si crede, bisogna spingerli e indirizzarli, tenendo sempre conto delle loro preferenze.

Lo sport aiuta nello sviluppo cognitivo, fa bene quindi allo studio e alla mente, molti studi lo hanno dimostrato, aiuta anche a sopportare meglio ansie e tensioni che spesso i ragazzi subiscono a scuola e nello studio, sarà una valvola di sfogo che li accompagnerà per tutta la vita. Perciò vediamolo come un valore aggiunto e non come del tempo sprecato o sottratto alla scuola, perché davvero è il contrario.

La strada è sicuramente lunga, ma a piccoli passi e con il giusto impegno si arriva dovunque si vuole (e questo è un mantra dello sport), perciò affidiamoci a lui e lottiamo affinché abbia la giusta considerazione, partendo proprio da noi, dalle nostre case.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *