Onestà: quella sconosciuta che ancora c’è….

Leonardo Cialdea (corrierediarezzo.it)
Leonardo Cialdea (corrierediarezzo.it)

Un gesto che pochi farebbero, solo chi crede davvero nello sport e nell’onestà. Un piccolo campione ha dato a tutti una grande lezione, come spesso capita sono proprio i bambini a insegnare agli adulti. Protagonista è Leonardo Cialdea, che dopo aver segnato un goal decisivo, non esulta, anzi si ferma e corre dall’arbitro pronunciando quelle parole che in pochi avrebbero detto. Confessa infatti che quel fatidico goal era stato fatto dopo un fallo di mano e che quindi non era regolare, ma da annullare immediatamente. Arbitro, compagni e spettori rimangono ovviamente attoniti di fronte a questo gesto, capendo e ammirando la decisione presa da Leonardi.

I suoi amici e compagni di squadra non si arrabbiano con lui, comprendendo la sua onestà che è chiaramente parte di tutti.
E in questo caso i proverbi si sono dimostrati validi, si dice infatti che l’onestà paga sempre e così è stato. Leonardo ha voluto essere sportivo fino in fondo, regalando a tutti una giornata all’insegna dello sport quello vero fatto di valori e principi, che sono ancora oggi importanti per chi vuole essere un piccolo, grande campione.
Sono episodi che danno respiro al mondo dello sport, troppo spesso fatto di scorrettezze, che non riescono però a sovrastare quanto di buono c’è in questo mondo e sono il segno che la passione vera c’è ancora in tanti atleti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *