PAPA FRANCESCO: “Giocatori siate sportivi”.

papa francesco immagine
Papa Francesco (contattonews.it)

 

Un monito importante quello di Papa Francesco, in occasione dell’udienza in vaticano, alle squadre della Fiorentina e del Napoli e alle delegazioni della Federcalcio e della lega di serie A. Bergoglio sottolinea come il calcio debba recuperare la sua dimensione sociale e di festa abbandonando le logiche affaristiche: “Il calcio non dimentichi la sua responsabilità sociale. Voi calciatori date l’esempio”.

Il calcio, in Italia, in Argentina e in tutti i paesi “E’ un fatto sociale e richiede responsabilità sociale, da parte dei calciatori, sul campo e fuori dal campo, e da parte dei dirigenti” . Oggi il calcio muove un gran giro di affari, ma come dice il Papa, il fattore economico non deve prevalere su quello sportivo, “Perché rischia di inquinare tutto, sia a livello internazionale e nazionale sia a livello locale.

E sono proprio i calciatori, spesso visti come dei veri e propri modelli di vita ed esempi, seguitissimi dai vari fan e appassionati del calcio ad avere un grande responsabilità: “Siete al centro dell’attenzione, e tanti vostri ammiratori sono giovani e giovanissimi, tenete conto di questo, pensate che il vostro modo di comportarvi ha una risonanza, in bene e in male. Siate sportivi!.

Lo sport ha un grande valore dal punto di vista educativo, sia per chi lo pratica, ma anche per chi lo guarda e lo segue con passione, i calciatori diventano dei modelli, degli eroi da seguire e imitare per questo è importante che abbiano sempre un comportamento corretto e sportivo.

Purtroppo, e tutti abbiamo visto cosa è successo a Roma in occasione della finale di Coppa Italia, a volte ciò che accade nello sport non è per nulla educativo, certo fortunatamente si tratta di episodi isolati e la speranza è che lo rimangano sempre.

Anche Giovanni Malagò, presidente del Coni, sottolinea come i problemi da risolvere siano molti, come molte sono le cose che nel calcio non funzionano ed è necessario trovare una soluzione decisiva affinché certi episodi, di cui lui stesso si dichiara amareggiato, non succedano più.

Qualcosa di sicuro non ha funzionato bene sabato, dato che in qualche modo un ultrà è riuscito ad entrare in campo, portando una maglietta con una scritta poco etica, con un chiaro incitamento alla violenza.

                                                                                              Gaia Golfieri per Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *