Perché andare dallo psicologo dello sport ti aiuta ad essere costante? Ecco 4 motivi!

Qualche giorno fa stavamo chiacchierando con un’allenatrice e, tra le varie domande, una ci ha colpito particolarmente. Non è la prima volta che ci chiedono perché ci sia differenza tra il rendimento in allenamento e quello in gara, ma spesso la domanda si esaurisce lì. Questa volta no! Questa volta ci è stato chiesto ancora il perché, come si fa a risolvere davvero questa situazione, come si fa ad essere costanti. Ecco, il punto è questo, è la costanza, la continuità. E come si fa? Può la costanza essere appresa? Certo! Ed ecco 4 motivi per cui andare da uno psicologo dello sport può aiutarti in questo!

  1. È una figura esterna, il più oggettiva possibile, che ti aiuta ad analizzare la situazione da un punto di vista diverso dal tuo.
  2. È un impegno fisso. Per andare dallo psicologo dello sport bisogna organizzare la propria giornata in maniera differente, spostare impegni, calcolare i tempi di spostamento, etc.. Già solo questo stimola la persona a lavorare sulla propria costanza, è un elemento di continuità in più nella nostra vita!
  3. Conosce tecniche e strumenti specifici che lavorano proprio sulla continuità. Il goal setting, ad esempio, è lo strumento principe in questo. Chi, con l’aiuto di un professionista, utilizza correttamente la tecnica del goal setting, noterà molti miglioramenti nella propria motivazione, che è alla base della costanza e della perseveranza!
  4. È un momento di confronto dove esternare e rileggere insieme i propri pensieri ed i relativi comportamenti. In altre parole, è un’occasione per aumentare la propria consapevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *