Quando accendi il motore, non spegnere la testa!

 

Sabato 22 marzo siamo stati alla prima tappa del Campionato Nazionale Gruppo 5 di Regolarità.

In quanto sponsor ufficiale, dalla mattina fino alla sera abbiamo potuto incontrare moltissimi atleti che si preparavano alla gara che sarebbe iniziata il giorno seguente. Per molti di loro, la psicologia dello sport era un qualcosa di sconosciuto e da cui tenersi alla larga ma, tra più di 280 iscritti, abbiamo potuto notare un certo interesse! 

Innanzitutto, l’interesse verso le nostre attività scaturiva principalmente dai giovani e questo non può che essere un ottimo segno, se si vuole lavorare per costruire un buon futuro! Dopodiché è emerso come, in realtà, nascosta dietro ad una nube di diffidenza ci sia curiosità riguardo i temi della psicologia dello sport. Vuoi perché era la prima volta che al raduno trovavano uno stand di questo tipo, vuoi perché in fondo spesso nella loro carriera si sono trovati a far fronte a questioni più mentali che fisiche, ma la curiosità ha spesso preso il sopravvento! È così che abbiamo potuto confrontarci e chiacchierare con molti piloti, giudici e spettatori altamente interessati.

Una cosa che ci ha colpito particolarmente è stata una frase, ironica ma significativa: “quando uno accende il motore, spegne il cervello“. È davvero questo il modo migliore per affrontare le gare? Cosa significa spegnere il cervello? In certi sensi, può essere d’aiuto, significa non far caso a tutti quei pensieri ostacolanti che spesso compromettono la performance, ma è sempre così? Noi crediamo di no! Spegnere il cervello può portare a commettere grossi errori che, inevitabilmente, influiscono sulla performance. Il cervello, ovvero la propria testa, è fondamentale se vogliamo andare bene, qualunque sia lo sport che pratichiamo! Se si vuole competere per vincere, se si vuole ottenere il massimo dalla propria performance, ecco che la testa diventa fondamentale, quanto (o forse ancora di più) il fisico, la tecnica o la tattica!

Perciò, cari atleti, se quando accendete il motore tenete accesa anche la testa e la utilizzate al massimo delle sue capacità, vedrete che la vostra performance sarà nettamente migliore…e se doveste avere difficoltà nel riuscirci…c’è sempre uno psicologo dello sport a cui rivolgersi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *