Com’è cambiata la percezione dello sport negli ultimi 20 anni?

Quanto le nuove pratiche sportive emergenti hanno influenzato tale cambiamento?

Sono una donna, mi piacciono i tacchi e faccio CrossFit!

È proprio vero! Con la nascita di questa nuova pratica sportiva si osserva una nuova ed interessante dinamica: uomini e donne si allenano nelle stesse classi, eseguendo gli stessi esercizi.

Non solo! Gli obiettivi nel CrossFit sono universali e i gesti tecnici uguali per tutti, progettati per far sì che ogni persona possa allenarsi, dai più ai meno esperti, dall’adulto al bambino, dall’uomo alla donna.

Lo sport, ancora una volta, diviene un mezzo di veicolazione di uno dei messaggi più importanti: nessuno è escluso!

Una pratica come quella del CrossFit che si pone come Genderless, in quanto il concetto di genere come costruzione sociale di femminilità e mascolinità si apre a nuovi orizzonti: si tratta di una logica trasversale ed inclusiva che porta ad un cambiamento radicale di vedute, una rottura che porta con sé nuovi modelli di corpo, bellezza e identità per le donne.

Si intravede una modifica del concetto di femminilità: la donna diviene consapevole di poter raggiungere gli obiettivi prefissati, da sola, in ogni ambito, con i suoi mezzi.  Tutto questo coincide con una nuova immagine di corpo femminile che rompe con il canone estetico tradizionale di bellezza, che spesso andava a coincidere con un eccessivo avvicinamento a modelli irraggiungibili, poco sani, univoci e immanenti.

Il CrossFit veicola messaggi, rappresentazioni, esperienze e relazioni che sono in grado di generare nuove concezioni di considerare la bellezza femminile, al di fuori di parametri tipici della visione della mascolinità dominante.

La bellezza diviene armonia di un corpo funzionale, non statico: nascono nuovi modelli di donna fatti di forme delineate, fluenti e dinamiche che sostituiscono il timore per la bilancia con la possibilità e anzi la necessità di mangiare in modo vario, senza colpevolizzarsi.

Che dire, ad oggi, sempre io, quella del CrossFit e i tacchi, posso dirvi di non essermi mai sentita più donna di così.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *