Sport e disabilità: la testimonianza di Andrea

Andrea Giaretti (incodaalgruppo.gazzetta.it)
Andrea Giaretti (incodaalgruppo.gazzetta.it)

 

Andrea Giaretti, in una meravigliosa intervista pubblicata sulla Gazzetta dello Sport , si definisce un “normalissimo 22enne”. Musica, disegno e viaggi tra le sue passioni ed una gran voglia di vivere a fare da contorno. Per lui, affetto da disabilità, lo sport è stato uno strumento di riscatto, ciò che gli ha fatto superare i momenti più difficili della sua vita.

Andrea gioca a basket in carrozzina nel Santo Stefano Marche, squadra nata all’interno dell’omonimo centro di riabilitazione.

“Quest’anno, per la prima volta, ho giocato a 500 km di distanza da casa. E’ stata sicuramente una bellissima esperienza sia dal punto di vista sportivo che umano,” dice Andrea.

“La società ha voluto costruire una squadra di giovani italiani e a livello sportivo abbiamo incontrato qualche difficoltà perché ci siamo confrontati con avversari superiori e con molta più esperienza. Ma è stato un grande insegnamento perché per migliorare bisogna solo sudare, sudare, sudare.”

Sicuramente Andrea non ha paura di rimboccarsi le maniche e faticare. Dice di aver passato momenti difficili durante l’adolescenza durante i quali “il bicchiere l’ha visto quasi vuoto”.

Ora però “si sta pian pian riempiendo” anche grazie al contatto con il mondo dello sport paralimpico.

Una realtà che – a detta di Andrea – è in continua ascesa sull’onda del successo di Londra 2012. Anche se a livello istituzionale ci sarebbe ancora molto lavoro da fare.

“Sarebbe bello coinvolgere più scolaresche in modo da far conoscere ed apprezzare questa realtà ‘diversa’ per far comprendere che, in effetti, è solo ed esclusivamente sport vero,” propone Andrea.

“Se ci guardassimo più attentamente capiremmo che intanto siamo uno diverso all’altro sia esteriormente che interiormente. L’impresa più difficile per tutti è riuscire ad accettarsi totalmente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *