Sradichiamo i giovani dal divano!

(corriere.it)
(corriere.it)

Dati che allarmano, ma che riportano in modo decisamente veritiero la situazione italiana, dove un bambino su cinque non pratica alcuna attività sportiva.

La maggior parte del tempo libero, circa il 62%, viene trascorso a casa propria o da amici, davanti alla televisione, al computer o ai videogiochi. Non c’è tempo per lo sport, le abitudini diventano sempre più sbagliate fino a creare nei bambini dei veri e propri problemi di salute.

Ma è davvero la mancanza di tempo a limitare la pratica di attività sportive da parte dei ragazzi?No, o meglio non solo.

Una della prime cause sono le difficoltà economiche in cui molte delle famiglie italiane si trovano, a causa della crisi che sta mettendo in ginocchio da tempo il paese. Praticare sport costa e spesso non ci sono i mezzi per permettere ai figli di iscriversi in una squadra o in una palestra. Triste è che la scuola, con le ore che dovrebbero essere dedicate ad educazione fisica non riesce a sopperire a questo problema.

Ne abbiamo parlato spesso, la scuola dedica troppo poco tempo alle attività sportive, soprattutto in Italia, dove le ore di sport sono sottovalutate e poco valorizzate dai diversi istituti. Totalmente diversa, lo sappiamo bene, la situazione in America.

Un’altra causa emersa dai dati raccolti è la mancanza di spazi di aggregazione, dove i ragazzi avrebbero modo di trovarsi insieme, giocare, praticare uno o più sport a livello amatoriale e che sradicherebbero, nel vero senso della parola, i giovani dal divano e della televisione.

Questi spazi, come una volta gli oratori, sono il luogo in cui i ragazzi si ritrovano, creano amicizie e crescono in modo sano e in un ambiente positivo, in gradi di trasmettere loro l’importanza di una vita fatta di sport e di aria aperta.

E i genitori cosa dicono di questa tendenza giovani così preoccupante? La maggior parte è ben consapevole che un tipo di vita così sedentario possa essere causa di problemi seri di salute e che una sana alimentazione deve essere alla base della vita di tutti, ma troppo spesso permettono ai figli di mangiare cibi poco sani e di sostare ore davanti a internet.

Come fare per invertire questo trend? Con un’informazione precisa e puntuale, soprattutto nelle scuole e ai genitori, in modo che siano realmente consapevoli dell’importanza che assume lo sport nei giovani e che è davvero necessario crescere all’aria aperta con una sana alimentazione, in modo che sappiano comportarsi di conseguenza nel quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *