Buongiorno,

vi scrivo perchè a volte capita che mia figlia di 16 anni non voglia andare a scuola perchè non è riuscita a studiare nei fine settimana a causa delle gare. Quando succede non so mai cosa sia meglio fare in quanto non vorrei dare troppa importanza alla scuola scoraggiando lo sport o viceversa. Voi cosa mi consigliate?

Grazie

Grazie mille per averci scritto.

Il rapporto con i figli è sempre delicato, un genitore si pone molti dubbi e si chiede se quello che sta facendo faccia bene al proprio figlio oppure no soprattutto in un periodo delicato come quello dell’adolescenza.

Non esiste un comportamento giusto o sbagliato a priori, bisognerebbe analizzare ogni situazione e conoscere a fondo le dinamiche tra genitore e figlio per capire in che direzione si sta andando.

La cosa fondamentale che un genitore dovrebbe cercare di fare è quella di essere aperto al dialogo e comprensivo. Se vostro figlio sa che la vostra reazione di fronte a qualcosa di sbagliato è quella di “perdere le staffe” allora non sarà propenso a dirvi quello che prova e quello che vorrebbe fare. Quindi prima di tutto cerchi di mettersi nei suoi panni. Il fatto che sua figlia le dica che non vuole andare a scuola è già un indice di una buona apertura.

Essere comprensivi non vuol dire non far notare le cose che non andrebbero fatte. Come genitore è giusto che lei faccia notare a sua figlia che sia lo sport sia la scuola sono importanti ed è giusto che si impegni in entrambe le cose (per lo sport fino a quando è motivata ad allenarsi e a praticarlo).

Il consiglio che mi sento di darle è quello di far ragionare sua figlia sulle cause del non studio. È veramente perché è impegnata in delle gare durante il fine settimana? Non capita spesso che i professori diano le verifiche il venerdì per il lunedì, solitamente avvisano per tempo e quindi basterebbe organizzarsi meglio durante la settimana per riuscire a studiare.

Insomma potrebbe aiutare sua figlia a trovare strategie alternative al non andare a scuola per riuscire a fare entrambe le cose e aumentare il suo senso di autoefficacia.

Fai la tua domanda!



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *