Uff…che stress!

Viviamo in una società frenetica dove ci preoccupiamo di tutto: del nostro aspetto fisico, del nostro abbigliamento, del nostro lavoro, della casa, della nostra famiglia, delle nostre attività e degli amici. Sì ci preoccupiamo proprio di tutto, ma forse ci siamo scordati di dedicare un po’ di tempo a noi stessi. Nel 2011 la Lidap Onlus (Lega Italiana contro i Disturbi d’Ansia, da Agorafobia e da attacchi di Panico), ha svolto un’indagine sui fattori ambientali che sono causa di ansia e panico, ed ha riscontrato che i fattori più comuni che colpiscono gli adulti dipendono dallo stress urbano, in molti casi pressoché costante, individuando inoltre la crisi economica come ulteriore fonte di preoccupazione. Neanche gli adolescenti scampano da questa condizione: i motivi che più li stressano dipendono dalla scuola, lo sport e dai rapporti sociali. Non curarsi di questa condizione rischia di compromettere la propria salute e benessere; serve un approccio che miri a guardare in faccia questo disagio e ad affrontarlo! Come?

Non si ha la presunzione, con un articolo, di voler dare la ricetta perfetta , ma come dicevo precedentemente, innanzitutto bisogna rendersi disponibili a dedicare più tempo a noi stessi, lasciare da parte ritmi costanti ed abitudini disfunzionali per poter stare con noi stessi.
Non solo prendersi del tempo da dedicare alla propria vita personale, alla famiglia, agli amici, allo sport ed alle proprie passioni, requisito fondamentale per vivere con equilibrio e serenità, ma anche allenarsi costantemente attraverso esercizi che favoriscano spontaneamente nel tempo la capacità di rilassamento mentale e fisico.

È da questa esigenza che abbiamo sviluppato l’idea di proporre un corso di tecniche di rilassamento basato su aspetti riguardanti il training autogeno, che verrà presentato martedì prossimo ad una serata ad ingresso libero aperta a tutti, dove potremo confrontarci e chiacchierare insieme di quali siano le migliori modalità per poter modulare e gestire lo stress, attraverso esercizi di concentrazione che hanno lo scopo di lavorare sul proprio corpo ed hanno effetti significativamente positivi per la nostra mente.
I benefici sono visibili già nel breve periodo e diventano immensi nel lungo, andando ad influenzare positivamente la muscolatura, l’apparato cardiovascolare, l’apparato respiratorio, oltre che abbassando sensibilmente la percezione dello stato di dolore; indicando così uno strumento efficace per affrontare situazioni di stress dovute a sovraccarichi di lavoro.

È per questo che ti invitiamo a provarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *