Un po’ di resilienza al giorno…

(mamma.pourfemme.it)
(mamma.pourfemme.it)

La scorsa settimana abbiamo voluto dare alcuni consigli utili alle mamme su come riuscire a mantenersi in forma nonostante gli impegni della vita quotidiana, e su come coinvolgere i propri figli nell’attività fisica, in modo da passare con loro del tempo divertendosi e aiutando il proprio corpo.

Oggi il nostro obiettivo è quello di dare alcuni semplici consigli su come insegnare ai propri figli la Resilienza. Come prima cosa vogliamo definire meglio questa parola, per capirne il significato, ma soprattutto l’importanza che ha nella nostra vita. La resilienza è la capacità di reagire di fronte alle difficoltà e ai problemi che la vita ci pone di fronte, e soprattutto riuscire a trasformare questi ostacoli in opportunità. A volte succede che di fronte ad una difficoltà non si sappia come reagire e che questa sconfitta si trasformi in grande delusione frustrazione, per questo la resilienza è davvero una risorsa fondamentale. Ci aiuta ad affrontare la vita ed i problemi che inevitabilmente si incontrano con coraggio e autostima. Ed è quindi importante che fin da piccoli si conosca il senso della resilienza e si impari a buttarsi nella cose nuove anche se difficili, combattendo di fronte ai piccoli problemi e a quelli grandi con forza, affrontandoli a testa alta.

Fin da piccoli è quindi utile che i bambini abbiamo modo di sperimentare cose nuove, anche se considerate, soprattutto dalle mamme, troppo difficili. Sbagliando si impara!

Un buon modo per imparare la resilienza è quello di aiutare gli altri, chi è più piccolo o si trova in difficoltà, questo oltre ad essere un insegnamento di vita, aiuterà i ragazzi a formare un buon carattere.

I bambini devono rendersi conto fin da subito che nella vita bisogna avere pazienza, e che è giusto desiderare una cosa, un giocattolo, ma che in fondo sono solo oggetti e che nella vita le cose davvero importanti sono ben altre, come gli affetti.

Bisogna imparare fin da piccoli ad essere responsabili per se stessi e per le proprie cose, quindi è giusto che i bambini abbiano dei piccoli compiti quotidiani da svolgere come rifare il letto, dare da mangiare agli animali domestici, e soprattutto devono responsabilizzarsi su quello che è il loro dovere principale ovvero la scuola.

Questi sono ovviamente dei piccoli consigli che devono poi essere di volta in volta modificati in base al carattere e alle passioni di ogni bambino, che devono sempre essere supportate dai genitori con attenzione e coinvolgimento. Mamme e papà devono seguire i propri figli con grande amore, ma allo stesso tempo lasciare che crescano in modo responsabile, prendendo buone decisioni per il proprio presente, ma con occhio sempre verso il futuro, lasciandoli pian piano liberi di decidere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *