Una pietra miliare australiana

omofobia mente e sport
lotta all’omofobia (bari.repubblica.it)

Non solo più parole, ma fatti, quelli dell’Australia, che ha deciso di prendere sul serio la lotta all’omofobia e cercare in ogni modo di cancellare definitivamente dallo sport questo tabù.

I dirigenti delle cinque maggiori leghe sportive del paese si sono impegnati per liberare lo sport professionistico dall’omofobia, per primi si sono mossi in questa battaglia, in modo concreto aprendo le porte a chiunque voglia aggregarsi.

E’ la prima volta che i maggiori sport professionistici di un paese si uniscono e combattono insieme per eliminare la discriminazione basata sull’orientamento sessuale, con politiche di inclusione.

Il ministro dello sport Peter Dutton ha dato il suo pieno sostegno all’iniziativa, dicendosi “Orgoglioso di vedere lo sport australiano in un ruolo di leadership di impegno alla diversità e all’inclusione”. Anche il presidente della Commissione Diritti Umani si sente orgoglioso e sostiene che “I codici di condotta sono vitali nel rafforzare la legge e promuovere cambiamenti culturali, per combattere l’omofobia e rendere più inclusivo l’ambiente sportivo”.

Un esempio che tutti gli sportivi e tutte le squadre dovrebbero seguire, questo significa far fronte comune non solo nel campo ma anche nella vita quotidiana, sostenendo progetti che miglioreranno lo sport e la vita dei giocatori. No alle discriminazioni di alcun tipo! E’ questo il messaggio dello sport australiano, e certamente saranno in tanti a seguirlo.

Infatti le organizzazioni sportive internazionali hanno già elogiato l’iniziativa, definendola una “Storica pietra miliare”, il presidente dell’organizzazione di base Usa, You can play, ha sottolineato che “Lo sport è qualcosa che l’umanità abbraccia in tutto il mondo…siamo fiduciosi che organizzazioni sportive professionistiche attorno al mondo seguiranno con attenzione il lavoro che si svolge ora in Australia”.

                                                             Gaia Golfieri per Ment&Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *