La fine del cammino. Conclusione e consigli pratici

Abbiamo concluso il nostro viaggio nel mondo dello Zen e degli sport. Tutto quello che dal punto di vista teorico poteva essere detto è stato detto. L’attenzione al momento, l’estinzione dell’io, l’azione assolutamente spontanea: le istanze più vive dello Zen sono state presentate. Siamo alle battute conclusive. Quando è nata questa rubrica l’idea era semplicemente… Continua a leggere La fine del cammino. Conclusione e consigli pratici

Zen e maestri

Abbiamo visto nel corso di queste uscite bisettimanali quale sia il contributo della filosofia Zen alla pratica sportiva. Un contributo che è evidentemente di natura mentale, psicologica appunto. Un nuovo punto di vista, un approccio mai pensato prima che invece permette di rivedere completamente lo sport che si sta praticando e chi lo sta praticando. Il… Continua a leggere Zen e maestri

Lo Zen e il tiro con l’arco. L’azione senza azione.

Parte prima. La respirazione e il tiro. “Lo Zen e il tiro con l’arco” di Eugen Herrigel è il libro diventato un must di tutti quelli appassionati di Zen che vogliono farsi un’idea precisa di quello che lo Zen insegna. Affrontarlo in questo articolo è stata un’impresa molto complessa, e ne parlerò in due uscite… Continua a leggere Lo Zen e il tiro con l’arco. L’azione senza azione.

Lo Zen e la Pallavolo. Velasco, la cultura degli alibi e l’accettazione della realtà.

La seconda uscita dello Sport allo Zen è dedicata alla pallavolo. Per scrivere della pallavolo, oltre che servirmi di alcuni principi dello Zen, non ho potuto non considerare le parole e gli insegnamenti di un personaggio che ha in un certo senso rivoluzionato sia la pallavolo sia l’idea stessa dello sport: Julio Velasco. Su internet… Continua a leggere Lo Zen e la Pallavolo. Velasco, la cultura degli alibi e l’accettazione della realtà.

Premessa Prima

Ci sono due difficoltà che incontriamo quando affrontiamo un discorso sullo Zen. La prima riguarda la natura estremamente sfuggevole di questa singolare disciplina: lo Zen si caratterizza in primo luogo come un’esperienza personale. Come si fa a presentare un’esperienza personale in modo tale da essere veramente comprensibile da altri? Lo Zen può essere studiato, forse… Continua a leggere Premessa Prima