Essere nel qui ed ora delle cose: la concentrazione nel tennis.

Mentesport. Mai nome fu più azzeccato per una società che si occupa di psicologia dello sport. È una specie di mantra che negli articoli che ho scritto da qualche anno a questa parte recito spesso: la mente governa il corpo. Verità imprescindibile per chiunque si appresti a fare dello sport, dal più leggero e semplice… Continua a leggere Essere nel qui ed ora delle cose: la concentrazione nel tennis.

Zen, ori e carabine. La rinascita di Niccolò Campriani.

“smetta di pensare al momento del tiro, non potrà che fallire!” “non posso fare altrimenti, la tensione diventa troppo dolorosa” “lo è perché lei non si ancora distaccato da se. Lasci che la tensione raggiunga il suo limite, così il colpo si staccherà dall’arciere come la neve dalla foglia di bambù, senza che ci pensi”.… Continua a leggere Zen, ori e carabine. La rinascita di Niccolò Campriani.

L’arte della guerra e dello sport. Prima parte.

“E così, nelle operazioni militari: Se conosci il nemico e conosci te stesso, Nemmeno in cento battaglie ti troverai in pericolo. Se non conosci il nemico ma conosci te stesso, Le tue possibilità di vittoria sono pari a quelle di sconfitta. Se non conosci né il nemico né te stesso, Ogni battaglia significherà per te… Continua a leggere L’arte della guerra e dello sport. Prima parte.

Personalità ingombranti e ambizioni: il fondamentale rapporto tra Phil Jackson e Kobe Bryant.

Come si fa ad allenare i migliori? Che tipo di stimoli e motivazioni vanno date a chi può diventare il più forte di tutti? Il ruolo dell’allenatore è uno di quelli più affascinanti e complessi nella storia dello sport, sia che si tratti di sport individuali o di squadra. Se si è l’allenatore di Federer,… Continua a leggere Personalità ingombranti e ambizioni: il fondamentale rapporto tra Phil Jackson e Kobe Bryant.

Perchè Baggio è stato il più grande di tutti.

Recentemente c’è stata la Notte degli Oscar, serata durante la quale vengono premiati i migliori fra gli addetti ai lavori del settore cinematografico. Se si organizzasse la Notte degli Oscar del calcio italiano l’esito potrebbe non essere unanime: di grandi calciatori ce ne sono stati tanti…ma se smettiamo di pensare per qualche secondo, e lasciamo… Continua a leggere Perchè Baggio è stato il più grande di tutti.

“Non avere limite come limite!”

In numerosi articoli abbiamo parlato della necessaria voglia di migliorarsi sempre che ogni grande dello sport deve avere per mantenere un certo livello di prestazioni. Per la verità la voglia di migliorarsi è una componente fondamentale della nostra vita, oserei dire che è la molla propulsiva dell’uomo. O quantomeno, dovrebbe esserlo. Com’è chiaro, essa è… Continua a leggere “Non avere limite come limite!”

La subordinazione dell’Io alla squadra. Phil Jackson, il basket e lo Zen.

“Quello è il momento in cui mi sento vivo: sul campo da basket. Quando la partita si evolve, e il tempo rallenta, e io sperimento l’estatico sentimento di essere totalmente dentro l’azione. Un momento posso scherzare e subito dopo lanciare uno sguardo carico di dolore all’arbitro……. A quel punto capisci che il basket è un… Continua a leggere La subordinazione dell’Io alla squadra. Phil Jackson, il basket e lo Zen.

Come si diventa ciò che si è.

In una conferenza del 1946 Jean-Paul Sartre traccia le linee teoriche fondamentali del movimento filosofico definito “esistenzialismo”. Al di lá di tutte le implicazioni filosofiche c’è un aspetto importante che riguarda quello di cui ci stiamo occupando in questi anni su Mentesport. Nello specifico Sartre parla del fatto che non è possibile giudicare una persona… Continua a leggere Come si diventa ciò che si è.

Essere come l’acqua: lo Zen e il ciclismo. La vicenda di Manuel Quinziato.

Quest’estate sulla Gazzetta dello Sport è uscita una singolare intervista di Manuel Quinziato, vincitore dell’ultima tappa dell’ Eneco Tour, la corsa che si corre fra Belgio e Olanda. È un’intervista significativa soprattutto se consideriamo come è arrivata la vittoria. Nella tappa regina, con diversi muri delle Fiandre a caratterizzarne il percorso, il corridore della BMC… Continua a leggere Essere come l’acqua: lo Zen e il ciclismo. La vicenda di Manuel Quinziato.

La fine del cammino. Conclusione e consigli pratici

Abbiamo concluso il nostro viaggio nel mondo dello Zen e degli sport. Tutto quello che dal punto di vista teorico poteva essere detto è stato detto. L’attenzione al momento, l’estinzione dell’io, l’azione assolutamente spontanea: le istanze più vive dello Zen sono state presentate. Siamo alle battute conclusive. Quando è nata questa rubrica l’idea era semplicemente… Continua a leggere La fine del cammino. Conclusione e consigli pratici